Raccolta rifiuti, arrivano le fototrappole

Follonica

Telecamere per controllare il giusto conferimento dei rifiuti. Il Comune di Follonica ha deciso di installare in giro per la città delle Fototrappole, dispositivi che scattano immagini ad ogni movimento percepito, utili a incastrare chi compie un'azione fuori norma, in questo caso specifico abbandonare fuori dalle postazioni rifiuti di vario genere, ingombranti o anche solo sacchetti lasciati fuori dal cestino.Una decisione che arriva dopo tante segnalazioni fatte dai cittadini ma anche dagli stessi operatori di Sei Toscana, che ogni giorno si trovano a dover intervenire straordinariamente per andare togliere la sporcizia lasciata da qualche incivile. Un'abitudine che purtroppo non tende a diminuire anzi: specialmente in primavera con l'arrivo dei primi turisti le poche postazioni di raccolta dei rifiuti sulle strade (Zona Nuova, Pratoranieri, Centro sono i 3 quartieri che ancora mancano all'appello per la differenziata) si riempiono di spazzatura abbandonata accanto ai bidoni. Così come i cestini per la raccolta dei rifiuti di piccole dimensioni vengono presi d'assalto da chi, pur di non fare la differenziata, butta i sacchetti della sporcizia di casa. Un controllo insomma ancora più puntuale: proprio per verificare i giusti comportamenti dei cittadini e dei turisti infatti il Comune ha assunto degli ispettori ambientali che girano per la città per indagare su eventuali infrazioni e nel caso staccare delle multe per punire i colpevoli. Gli operatori sono stati fermi 2 mesi in attesa del rinnovo dell'incarico da parte del sindaco Andrea Benini che ha firmato l'atto in questi giorni. Presto torneranno per le strade del golfo e stavolta avranno un alleato in più, le Fototrappole. «Il costo di questi apparecchi è limitato, tra l'altro è un servizio che viene fornito interamente da Sei Toscana - spiega l'assessora all'ambiente, Mirjam Giorgieri - Abbiamo chiesto all'azienda di partire prima dell'estate: i dispositivi entreranno in funzione crediamo prima del 15 giugno. Le Fototrappole sono in grado di scattare immagini puntuali ad ogni movimento percepito: se una macchina si ferma e qualcuno scende per gettare dei rifiuti fuori dagli appositi contenitori, il supporto scatta una foto e così potremmo rintracciare il colpevole. Chiaramente i dispositivi saranno segnalati da apposita cartellonistica, nel rispetto delle leggi per la privacy. Sarà un ulteriore modo per mettere un freno alla cattiva abitudine di abbandonare i rifiuti fuori dalle postazioni, o comunque in maniera scorretta. Infatti alcune Fototrappole le metteremo anche vicino a dei cestini dove si verificano spesso criticità. Nei prossimi giorni decideremo i punti dove saranno installate in accordo con Sei Toscana e in base alle necessità». un modo per tenere sotto controllo il fenomeno ma che porterà denaro alle casse comunali per le sanzioni emesse.

Potrebbe interessarti