Abbandona i rifiuti vicino al parco Scoperto grazie alle telecamere

Castel Del Piano

Non è trascorsa neanche una settimana e di nuovo c’è chi è tornato ad abbandonare in maniera irregolare una gran quantità di rifiuti. Anche questa volta, come accaduto sei giorni fa sul ciglio della strada Cipressino, le telecamere hanno individuato l’autore del gesto che è stato prima sanzionato e poi costretto a ricaricare sul proprio furgone tutto il materiale che aveva lasciato lì in maniera irregolare. Appena è arrivata la segnalazione dei rifiuti gettati a due passi dal Parco dei cigni è stata attivata la catena di competenze che parte dal gestore del servizio Sei Toscana, passa dall’assessorato all’Ambiente del Comune di Castel del Piano e giunge al comando della Polizia muncipale. In un solo giorno è stato possibile risalire al responsabile dell’abbandono. Erano stati abbandonati oggetti in legno, un po’ più defilato è stato trovato uno sgabello in plastica e ferro, tutto questo materiale era finito in prossimità dei cassonetti dei rifiuti. Presenti anche quattro sacchi neri ma che non erano stati abbandonati dalla stessa persona. Di nuovo dunque è partita un’attività di indagine, fondamentali sono stati i filmati recuperati dalle telecamere di sicurezza che hanno consentito di risalire all’autore del gesto.«Tutto è stato attivato con urgenza – commenta l’assessore comunale all’Ambiente Renzo Rossi –. Il responsabile è stato individuato, sanzionato ed è tornato sul luogo dove aveva abbandonato i rifiuti per ricaricarli e dunque sgomberare l’area. Domani mattina (oggi per chi legge, Ndr) li porta all’isola ecologica». Anche i sacchi neri sono stati recuperati e oggi gli operatori di Sei Toscana verificano il contenuto.

Potrebbe interessarti

Close Logout Cerca Facebook Instagram You Tube Twitter Linkedin