«Il nostro scopo è ottenere tariffe puntuali»

I cittadini di Piombino dovranno pagare - attraverso i sistema PagoPa - le bollette della Tari entro il 30 settembre 2023 (in un`unica rata) oppure in tre rate distinte (tutte del medesimo importo) con scadenze fissate al 30 settembre, al 30 novembre e infine al 31 gennaio 2024. Ma se perii 2023 i piombinesi dovranno far fronte a costi maggiorati, l`obiettivo del Comune è «di raggiungere la tariffazione puntuale - spiega il vicesindaco Coppola - e il primo passo l`abbiamo già mosso attraverso la nuova formula di raccolta dei rifiuti che sta introducendo sul territorio i cassonetti ad accesso controllato (nella foto a lato, nda) in grado di fornire un consumo pro-utenza: grazie a questa rivoluzione riusciremo presto a garantire degli sconti. Siamo ancora agli inizi di questo importante cambiamento - ribadisce - ma il percorso che abbiamo intrapreso contiamo che ci faccia arrivare a ottenere la tariffa corrispettiva, con la quale ciascun cittadino pagherà soltanto per i rifiuti che produce e non di più».

Close Logout Cerca Facebook Instagram You Tube Twitter X Linkedin