Abbandoni di rifiuti Ecco le telecamere per scoprire gli incivili

Orbetello

Un occhio elettronico controllerà tutte le piazzole lungo l'Aurelia che si trovano nel territorio comunale di Orbetello. Si tratta di un progetto che coinvolge gli assessorati ai lavori pubblici, alla polizia municipale e all'ambiente seguiti rispettivamente dal senatore di Forza Italia, Roberto Berardi, e dall'assessore Luca Minucci, dal comandante dalla polizia municipale Carlo Poggioli con la collaborazione dell'Anas e di NetSpring che installerà le telecamere. «Vogliamo mettere sotto controllo tutte le piazzole che sono nel nostro territorio - spiega Berardi - per evitare gli abbandoni indiscriminati dei rifiuti». Le piazzole che si trovano lungo l'Aurelia, infatti, spesso, si trasformato in vere e proprie discariche di rifiuti ingombranti. Non solo sacchetti della spazzatura o rifiuti di pasti frugali consumati dagli automobilisti ma anche rifiuti ingombranti di ogni genere: mobili, televisori, materassi, seggiolini per le biciclette e molto altro. Un controllo a cui Anas ha dato il suo benestare. I cartelli di divieto di scarico che sono stati messi, infatti, non bastano a evitare che gli incivili abbandonino i rifiuti. I controlli, però, non riguarderanno solo le piazzole ma tutto il territorio. «L'idea, infatti, - aggiunge Berardi - è quella di controllare tutti gli accessi che dalla statale Aurelia fanno accedere al nostro territorio. Chi entra a Orbetello sia da nord che da sud ma anche dalle strade secondarie, non potrà percorrere il territorio orbetellano senza lasciare traccia. Il nostro sarà un territorio super controllato, nel pieno rispetto della privacy. Chi entrerà nel territorio senza commettere reati non avrà nulla da temere, diverso per chi avrà intenzione di delinquere. Le telecamere nelle piazzole saranno un deterrente e tutte le altre serviranno alla sicurezza del territorio. Orbetello potrebbe diventare un modello da seguire. I nostri sistemi di sorveglianza, poi, saranno a disposizione delle forze dell'ordine in un regime di perfetta collaborazione».«Sul territorio - conclude Berardi - quindi, fra quelle presenti e quelle che dovranno arrivare, ci saranno circa 200 telecamere. Il progetto delle telecamere nelle piazzole, ora che ha avuto il via libera da parte dell'Anas, dovrà essere finanziato con l'approvazione del bilancio di previsione e potrà andare in porto entro l'anno».Le telecamere saranno messe anche nelle postazioni dei cassonetti, sempre per evitare che i sacchetti della spazzatura vengano lasciati fuori e che accanto ai contenitori si possa abbandonare di tutto.

Potrebbe interessarti

Close Logout Cerca Facebook Instagram You Tube Twitter Linkedin