Rifiuti abbandonati, l’appello dell’assessore: “Seguite queste regole”

Massa Marittima

A Massa Marittima nell'ultimo periodo si è assistito spesso a fenomeni di abbandono dei rifiuti fuori dal centro raccolta, con la conseguente dispersione dei materiali abbandonati tutto intorno all'area. «Visto l'aumentare di questi atteggiamenti il vicesindaco e assessore all'ambiente Maurizio Giovannetti ha pensato di rinfrescare le buone regole. «Nei giorni scorsi abbiamo affisso un cartello recante regole valide solo per l'area di conferimento esterna all'isola ecologica - spiega - quella che deve essere utilizzata quando il centro di raccolta è chiuso e per situazioni di effettiva impossibilità di svolgere la raccolta porta a porta». Nella cartellonistica del Comune si legge infatti che lo spazio di conferimento che delimita il centro di raccolta può essere usato da chi vi si reca dalle campagne limitrofe in quanto gli scarti organici derivanti da tali aree rurali possono essere consistenti, proprio laddove il servizio porta a porta non arriva, dai turisti in partenza o dai cittadini che si assentano dalle loro abitazioni per lunghi periodi e non possono quindi attendere il giorno di raccolta. Il resto della popolazione potrà organizzarsi con il porta a porta o al limite cogliendo l'opportunità dell'apertura del centro di raccolta ogni lunedì, giovedì e sabato dalle 9 alle 12 e dalle 14 alle 17 e, per quanto riguarda gli ingombranti, chiamando il numero di prenotazione per il ritiro gratuito 800127484 (servizio effettuato dal gestore Sei Toscana).Infine nella cartellonistica affissa si ricorda, più a scopo educativo e correttivo che repressivo, di non gettare nessun rifiuto fuori dai cassonetti adibiti al conferimento. «Non dimentichiamo infine - conclude Giovannetti - che ogni rifiuto lasciato accanto a qualsiasi postazione, sia anche organico, viene conteggiato come tale dal gestore e questo a lungo andare, causa un aumento della tariffa sui rifiuti. È pertanto utile a tutti noi evitare che l'abbandono diventi una routine, come di fatto sta avvenendo all'esterno del centro di raccolta e sotto gli archi del parcheggio della piazzetta di Borgo. Alzare la percentuale di raccolta differenziata consente di ridurre i costi a carico della comunità: sarebbe quindi un peccato vanificare lo sforzo di molti per la cattiva informazione o la noncuranza di pochi, lasciando altresì al turista un'immagine poco decorosa della nostra splendida città». 

Potrebbe interessarti