Dimmi chi sei e ti dirò come ricicli

Monteriggioni

A Castellina Scalo c’è unnuovo modoper differenziarealluminio e plastica. Ierisono stati inaugurati, infatti,dueeco-compattatori che sarannoseguiti presto da altricassonetti “intelligenti” sututto il territorio comunale eche rappresentano la primainstallazione sperimentale diecocompattatori nei105Comuniche fanno parte di AtoToscana Sud. All’appuntamentohanno partecipatoRaffaella Senesi eFabioLattanzio,rispettivamente sindacoe assessore all’ambientedi Monteriggioni; PaoloDiprima,direttorediAtoToscanaSud e Roberto Paolini,presidentedi SeiToscana.Lenuove attrezzature hannoun dispositivo che permettedi riconoscere l’utente checonferisce il rifiuto tramitel’eco tessera 6Carde di associareogniconferimentoall’utenzaTari, al fine di premiarei cittadini più virtuosi epiùattenti all’ambiente.Questoconsentirà, non appenapossibile, di introdurre ancheuna tariffazione puntualelegata all’effettiva produzionedei rifiuti e al reale impegnodeicittadini nella differenziazionedeimateriali.“L’installazione dei due ecocompattatori - ha affermatoil primo cittadino, RaffaellaSenesi - vede Monteriggionicome esperienza pilota pertutti i Comuni dell’Ato ToscanaSud e rafforza le attivitàche questaamministrazionecomunale ha promosso,findal suo insediamento, perconseguire risultati sempremigliori nella gestione dei rifiuticercando di stimolare lapartecipazione attiva dei cittadini:dalla raccolta dell’olioesausto al potenziamentodei centridi raccolta fino all’iniziativaEcoPunti.Daoggi, grazie agli ecocompattatori,potremoandare inmaniera ancora più speditaverso la tariffa puntuale, dovel’utentepagaper la quantitàe la qualità del rifiuto checonferisce effettivamente,con un’attenzione crescenteverso la corretta raccolta differenziata.Presto, inoltre,collocheremo altri cassonettidi nuova generazione sulterritorio comunale, per averemateriali riciclati di qualitàsuperiore in grado di garantireuna migliore valorizzazionenella filiera del ricicloe, conseguentemente,unamaggiore tutelaambientale”.“Con gli eco compattatori -ha aggiunto Fabio Lattanzio,assessore all’ambiente -il Comune di Monteriggioniavvia un servizio che rappresentaun grande passo inavantiverso la tariffapuntuale,permettendo di identificarel’utente e di quantificare il rifiuto che conferisce. Inquesti anni abbiamo lavorato con questo obiettivo primario, indicando al soggetto gestore come applicare la tariffa sul nostro territorio e rendendoci disponibili come esperienza pilota sia come Comune di Monteriggioni che come area Chianti con il sistema della raccolta stradale, che consente l’accesso ai cassonetti e agli eco compattatori in ogni momento, 24 ore su24e durante tutto l’anno. Oggi raccogliamo i frutti di questo lavoro e saremo un esempio per tutti gli altri membri dell’Ato Toscana Sud”.“L'iniziativa -ha dettoPaoloDiprima, direttore generaledi Ato Toscana Sud - è stataregolata dall’Ato cogliendole idee innovative di alcuniComuni dell’ambito, comeMonteriggioni, in modo dacogliere appieno i vantaggidi un Gestore Unico del serviziorifiuti che metterà questistrumenti a disposizionedell’intero territorio facendouna gara unica per tuttol'Ambito per l'acquisto delleattrezzatture, spuntando daifornitori condizioni migliori,economicamentee gestionalmente,di quelle che avrebberopotuto ottenere i singoliComuni”.“Si tratta di una vera e propriarivoluzione - commentaRoberto Paolini, presidentedi SeiToscana- attraversoattrezzature‘smart’, in quantodotate di un dispositivo che,grazie a un’eco-tessera, permetteràdiidentificare l’utenteche conferisce il rifiuto.Stiamo lavorando ogni giornoa stretto contatto con leamministrazioni comunali el’Autorità di ambito per cercaredi mettere a disposizionedei cittadini un sistema diraccolta il più possibile efficaceed efficiente, capace di garantireil raggiungimento degliobiettivi di legge inmeritoalle quantità e, soprattutto,alla qualità dei materiali daavviare a riciclo”.

Potrebbe interessarti