Raccolta differenziata vicina al 70%

Castelnuovo Berardenga

La buona pratica della raccolta differenziata e del rispetto per l'ambiente passa necessariamente dall'educazione dei giovani. É per questo che nei giorni scorsi nel borgo ha preso il via la distribuzione nelle scuole di ogni ordine e grado del territorio, dall'infanzia alla secondaria di primo grado, della guida «Castelnuovo Berardenga, chi sporcava si trattenga», realizzata dal Comune in collaborazione con Sei Toscana per far conoscere da vicino il sistema locale di gestione dei rifiuti e per promuovere una crescente raccolta differenziata. La prima copia è stata consegnata dal sindaco Fabrizio Nepi alla dirigente scolastica dell'Istituto comprensivo «G. Papini», Maria Antonia Manetta. La distribuzione nelle scuole, ritardata a causa delle restrizioni da Covid-19, va ad affiancare quella già effettuata lo scorso autunno a tutte le famiglie residenti sul territorio comunale. Un percorso virtuoso quello del Comune, visto che in pochi anni si è passati dal 35% al 68-70% di oggi, come richiesto a norma di legge. «Si registra un costante aumento nota il sindaco Nepi a settembre, se la situazione lo permetterà, riprenderemo gli incontri pubblici per sensibilizzare sul tema». Nel frattempo, a intercettare eventuali abbandoni abusivi di rifiuti e conferimenti sbagliati ci pensano le fototrappole installate nei punti più sensibili: «Le sanzioni elevate sono circa 3-4 al mese, i controlli restano rigidi» assicura il sindaco. Distribuita una guida pratica per gli studenti.

Potrebbe interessarti