Più multe per i rifiuti abbandonati

Piombino

Con le fototrappole più multe a chi abbandona i rifiuti Nei primi quattro mesi dell'anno 102 sanzioni per un totale di 16.320 euro Bezzini: «Sono omportamenti inaccettabili, il ritiro degli ingombranti è gratuito» PIOMBINO. Aumenteranno i controlli per abbandono illecito di rifiuti: è quanto stabilito dal Comune di Piombino che alla luce dell'intensificazione della lotta al fenomeno ha registrato un crescente incremento di multe. Da gennaio ad aprile 2021 infatti grazie al sistema di fototrappole sono state emesse 102 sanzioni nei confronti dei responsabili di abbandono di rifiuti. Si registra dunque una tendenza all'aumento del numero di multe dato che nell'intero arco del 2020 i verbali erano stati 204, contro i 106 nel 2019 e i 49 del 2018: tendenza che se confermata in percentuale porterebbe a fine anno il conto delle sanzioni oltre quota 300. Le 102 sanzioni elevate finora nei primi quattro mesi del 2021 ammontano a un importo complessivo di 16.320 euro mentre quelle del 2020 avevano raggiunto la cifra di 32.000 euro. «La situazione è attenzionata - sostiene l'assessore all'Ambiente Carla Bezzini Abbiamo registrato un aumento delle multe per abbandono dei rifiuti ingombranti dovuto al potenziamento dei sistemi di sorveglianza. Al tempo stesso, nonostante la risonanza mediatica dei social suggerisca il contrario, i casi di abbandono risultano in diminuzione, a dimostrazione del fatto che la strategia sta funzionando». Comunque sia per l'assessore Bezzini «è necessario non abbassare la guardia: bombole del gas, vecchia mobilia, elettrodomestici, materassi e quant'altro vengono lasciati in ogni angolo della città da alcuni cittadini incivili e negligenti causando danni all'ambiente, al decoro urbano e un importante dispendio di risorse da parte dell'Amministrazione. È un comportamento inaccettabile - accusa - specie alla luce del fatto che prenotare il ritiro di materiale ingombrante a domicilio è semplice, comodo e gratuito». Una nota dell'Amministrazione ricorda infatti ai cittadini che per queste operazioni è possibile «prenotare un appuntamento per il ritiro di materiale ingombrante a domicilio compilando il forni al sito https://seitoscana.it/ritiro-ingombranti, telefonando al numero verde di Sei Toscana 800127484 dal lunedì al giovedì dalle 9 alle 13 e dalle 13,30 alle 17 e il venerdì dalle 9 alle 13, oppure inviando una email all'indirizzo ingombranti@seitoscana.it. Le bombole del gas vanno invece restituite al fornitore.

Potrebbe interessarti