Imparare a riciclare i rifiuti Festa e lezione all'aria aperta

Manciano

Maglietta bianca con sopra il logo "Maremma che riciclo" e un cappellino verde con il "6" di Sei Toscana, l'azienda dei rifiuti. Così i bambini delle scuole del comune di Manciano hanno trascorso ieri una mezza giornata in piazza della Rampa a Manciano a parlare di ambiante fra spettacoli e spiegazioni su come fare correttamente la raccolta differenziata. «Una giornata di fondamentale importanza e molto significativa per tutti i ragazzi che hanno partecipato alla festa dell'ambiente e del riciclo dei rifiuti e per la nostra amministrazione comunale», spiega Daniela Vignali, assessora all'ambiente di Manciano. Il progetto "Maremma che riciclo" organizzato dal Comune di Manciano che ha investito 8mila euro, dal gestore Sei Toscana, dalle associazioni del territorio "Mi Garba Manciano", Arci Manciano, associazione Velcha e associazione Ursula e dalle scuole è alla prima edizione. Durerà quattro anni. «Maremma che riciclo - continua Vignali - è la festa che abbiamo deciso di fare dopo un anno trascorso insieme agli studenti di ogni ordine e grado e ai bimbi del nido impegnati a fare laboratori e attività dedicate alla tutela dell'ambiente allo scopo di fornire conoscenze, strumenti, abilità e competenze affinché gli alunni possano acquisire una sensibilità che li porti alla consapevolezza e al rispetto dell'ambiente e delle sue risorse. Ogni oggetto ha una seconda vita e riciclare significa riutilizzare quel materiale per evitare che venga scartato, buttato inutilmente».Soddisfatto anche il sindaco Mirco Morini. «Il grande lavoro che è stato fatto dall'assessora Vignali - dice il sindaco - è di grande importanza per il nostro territorio. Lo scopo di questo percorso è quello di sensibilizzare e stimolare i ragazzi a uno stile di vita sostenibile mediante l'approfondimento dell'educazione ambientale».«Sei Toscana crede molto nel valore dell'educazione ambientale per promuovere la responsabilità civica - commenta il presidente di Sei Toscana, Roberto Paolini -. Siamo felici di dare il nostro contributo per questa bella giornata di festa all'insegna delle buone pratiche e del rispetto dell'ambiente».

Potrebbe interessarti