Raccolta rifiuti, via al nuovo piano

Bibbiena

Incrementare quantità e qualità della differenziata, efficientare il sistema di raccolta e migliorare il decoro urbano. L`amministrazione comunale di Bibbiena e Sei Toscana hanno dato avvio a una importante riorganizzazione del servizio di raccolta dei rifiuti. L`intervento si inserisce in una complessiva revisione dei servizi che coinvolgerà tutto il territorio comunale e riguarderà, nei prossimi mesi, anche i comuni limitrofi del Casentino. Con la riorganizzazione saranno introdotte alcune importanti novità nel conferimento dei rifiuti: i nuovi cassonetti stradali, infatti, intercetteranno anche le raccolte differenziate dell`organico, del vetro e del multimateriale, oltre a carta e indifferenziato, andando così a modificare l`attuale sistema di conferimento e raccolta. "Siamo molto soddisfatti come amministratori di Bibbiena e del Casentino di questo percorso perché prevede un miglioramento importante della raccolta per tutti i cittadini della nostra valle - spiega il sindaco Filippo Vagnoli - Tutti i sindaci sono stati d`accordo per promuovere la stessa forma di raccolta per tutta la vallata e siamo contenti perché insieme a Sei Toscana andremo a cambiare i cassonetti per un decoro maggiore e soprattutto per aumentare la differenziata. Ci sarà una disponibilità maggiore di cassonetti per tutta la popolazione con batterie complete che aiuteranno tutti a incentivare la differenziata per poter raggiungere entro tre anni il 55% di avvio al riciclo come previsto dalle disposizioni di legge. Bibbiena sarà l`apripista di questo nuovo importante corso della storia del Casentino". A partire dal mese di novembre inizierà l`attività di sostituzione delle attuali postazioni di raccolta stradale con nuovi contenitori. Per consentire a tutti i cittadini di effettuare una corretta raccolta differenziata, ogni postazione sarà allestita con cinque diversi contenitori. "Bibbiena è il primo comune del Casentino dove inizieremo le attività legate al nostro piano industriale commenta il presidente di Sei Toscana, Alessandro Fabbrini - Si tratta di un passo importante per l`intero comprensorio e per questo tutto il personale ha lavorato e lavorerà con ancor più impegno per rispondere al meglio alle aspettative che il territorio, cittadini, imprese e amministratori, ripongono su di noi". 

Potrebbe interessarti

Close Logout Cerca Facebook Instagram You Tube Twitter Linkedin