«In due mesi è mezzo la raccolta differenziata e salita al 51%»

Gavorrano

«SI È PUNTATO molto sulla raccolta dei rifiuti porta a porta e i risultati stanno arrivando.» L’assessore all’ambiente, Giorgia Bettaccini, si dimostra entusiasta della strada intrapresa che, seppur con qualche difficoltà iniziale, sta dando i primi importanti risultati. «I numeri e le statistiche sono importanti in questi – dice l’assessore – e in soli due mesi e mezzo siamo passati dal 35 % della raccolta al 51%. Un bel passo in avanti.» Restano come ha sottolineato la Bettaccini, ancora diversi problemi da affrontare specialmente in quelle zone dove esiste un uso scorretto da parte degli utenti del servizio rifiuti. «STIAMO portando a compimento il programma della revisione delle postazioni proprio in quelle aree che erano diventate vere e proprie discariche.» Nel dare conto dell’’attività del suo assessorato, Giorgia Bettaccini, insiste sulla validità della istituzione di quella figura che sta diventando sempre più importante in questo passaggio del rinnovamento della raccolta dei rifiuti, ovvero l’ispettore ambientale. Una figura che , dopo una fase di controllo e suggerimento dei vari movimenti per la corretta fase di smaltimento del rifiuto passerà a un controllo più severo con sanzioni per i cittadini scorretti, con tanto di videosorveglianza. «C’è un’App – dice l’assessore Bettaccini – che può essere scaricata tranquillamente sul proprio cellulare, che darà ai cittadini tutte le informazioni utili per procedere comunque al corretto smaltimento». POI L’ASSESSORE è passata a un’ elencazione delle «cose buone» messe in atto dalla Amministrazione nel campo dell’ambiente, a partire dall’aggiornamento del Regolamento di Igiene, che era fermo ormai da anni e che necessitava di una revisione anche alla luce delle nuove esigenze in materia. Ma c’è una battaglia, quella contro i piccioni, le colonie feline e i ratti che il Comune ha messo in atto soprattutto nei centri storici. Una guerra questa avviata e che sembra portare già interessanti risposte in quei centri storici spesso facili ad offrire ospitalità a questi animali che lasciano sporco e a volte malattie. E anche per i cani a passeggio per le vie cittadine l’Amministrazione si è mossa con una ordinanza del sindaco Elisabetta Iacomelli che richiama i proprietari a una corretta interpretazione delle norme civili ma soprattutto al rispetto dell’igiene. E’ confermato che, una volta arrivata la buona stagione, le associazioni venatorie e alcuni volontari, con il patrocinio logistico ed organizzativo del Comune, messe da una parte le doppiette, si armeranno di ramazze per ripulire i boschi soprattutto quelli intorno a Gavorrano, dove è facile trovare rifiuti di ogni genere.

Potrebbe interessarti