Rifiuti, vita dura per gli incivili In arrivo undici foto-trappole

Monteriggioni

Stop agli abbandoni abusivi di rifiuti a ridosso dei cassonetti che insultano l'ambiente e incidono sulle bollette pagate dalle famiglie: il Comune di Monteriggioni, guidato dal sindaco Andrea Frosini (in foto), dice basta ed attiva un sistema di videosorveglianza ad hoc, con appositi dispositivi di foto-trappole, per monitorare i luoghi di conferimento ed individuare, e punire con salate multe, gli eventuali trasgressori e gli incivili. L'Amministrazione ha attivato il servizio di vigilanza ambientale tramite il gestore Sei Toscana per frenare pratiche diventate ormai all'ordine del giorno nel territorio. Sacchi della spazzatura per terra, rifiuti ingombranti e spesso pericolosi addossati alle campane e o ai cassonetti; uno spettacolo mortificante per un gioiello ambientale quale dovrebbe essere Monteriggioni, che molto punta sulla sua immagine turistica e sulla cura del patrimonio naturalistico e architettonico: «Ultimamente tali fenomeni, sempre più diffusi conferma il Comune danno origine a delle vere e proprie discariche sparse nel territorio comunale». La cui bonifica rappresenta un servizio extra da affidare al gestore, con costi che inevitabilmente vanno a riversarsi sul computo della Tari a carico dei cittadini. «L'obiettivo primario dell'Amministrazione Comunale è quello di scoraggiare e prevenire l'increscioso e diffuso fenomeno dell'abbandono dei rifiuti, sia sul piano della tutela ambientale che della normale convivenza civile sottolinea la Giunta con l'ausilio di Sei Toscana Srl, gestore dei rifiuti, sono stati individuati i luoghi più critici dove l'Amministrazione Comunale ha ritenuto necessaria l'istallazione di un sistema di videosorveglianza con la finalità di migliorare il controllo e la sorveglianza a tutela dell'igiene dell'abitato». Undici le vie interessate dall'istallazione delle foto-trappole da piazzare in prossimità di postazioni di cassonetti: Strada Casanovina, incrocio Via XXV Aprile; Strada di Gabbricce, incrocio Serfignano (prossimità Rosa Cucine); Strada di Poggiarello, La Ripa; Badesse dopo il Sottopasso Ponte Superstrada; Farmacia Badesse; Uopini, Corpo Santo; Via Uopini, prima postazione dal Braccio; Via Toscana nella zona della concessionaria VW; Via delle Rose, Tognazza; San Martino, Via Ferrini, postazione Ekoshell; Strada del Poggiolo, Poggio Segoni, Badesse. Le foto-trappole che saranno ruotate di sito di conferimento in sito di conferimento dispongono di una tecnologia molto avanzata, che permette di filmare e registrare tutti i movimenti che si succedono intorno ai cassonetti, anche di notte. Se ravvisati abbandoni abusivi o gesti sospetti, le immagini dei dispositivi vengono estrapolate e analizzate attentamente dagli ispettori ambientali di Sei Toscana, che possono trarre elementi diretti o indiretti decisivi per individuare e sanzionare i furbetti, nei confronti dei quali possono essere elevate multe fino a 400 euro.

Potrebbe interessarti