Raccolta differenziata Rilancio della percentuale con nuove strategie

Sansepolcro

NON C’È soltanto il progetto «Differenziare per Risparmiare» fra le iniziative intraprese dall’amministrazione di Sansepolcro per risollevare la percentuale della raccolta differenziata dei rifiuti. Come noto, è già partita – e durerà fino al 31 luglio – la collaborazione con le pro loco e le associazioni del territorio e con i supermercati presenti, che intende premiare i cittadini virtuosi, ma proprio in questi giorni ogni famiglia si è vista recapitare a domicilio una lettera con assieme un pieghevole che funge da guida alla raccolta differenziata nel rispetto delle quattro «erre»: riduzione, riutilizzo, riciclo e recupero. Oltre a ricordare il programma settimanale del ritiro delle varie tipologie di scarti nel centro storico – dove vige il «porta a porta» – e a invitare l’utenza a usufruire del centro di raccolta vicino a Gricignano, viene spiegato il corretto utilizzo di cassonetti e campane che si trovano al di fuori delle mura urbiche. È proprio in questi contenitori, dei quali si serve la maggioranza della popolazione, che vengono commessi gli errori più frequenti, ritenendo che magari un determinato rifiuto debba essere scaricato da una parte quando invece deve stare dall’altra. Per rendere di facile comprensione la guida, sono state riportate le quattro tipologie di rifiuti (carta e cartone, multimateriale, organico e indifferenziato) con due specchietti ciascuna: quello del «sì», cioè di ciò che deve esservi conferito e quello del «no», che quindi lo proibisce. «Una corretta raccolta dei rifiuti non ha una valenza educativa, culturale e ambientale, ma racchiude in sé anche un valore economico che può ricadere positivamente sui cittadini», ha concluso nella lettera l’assessore ai beni comuni, Gabriele Marconcini, firmatario assieme al sindaco Mauro Cornioli.

Potrebbe interessarti