In spiaggia raccolti 150 chili di rifiuti. E ci sono i «dischetti»

Monte Argentario

UNA MERAVIGLIOSA giornata di natura e consapevolezza dell’impatto che i rifiuti possono avere per il mare: questa in sintesi la giornata «Agonisti dell’Ambiente» che si è svolta a Porto Ercole sulla spiaggia di Sgalera, l’arenile vicino a Cala Galera. Oltre 150 chilogrammi di rifiuti che si sono accumulati durante tutto l’inverno sono stati raccolti e rimossi dalla squadra agonistica del Circolo Nautico e della Vela Argentario. Incredibile il bottino racimolato dai ragazzi: bottiglie di plastica, flaconi di sapone, tappi di confezioni alimentari, taniche di carburante, scatole di polistirolo, cotton fioc, buste, sedie e tavolini di plastica, un gommone, ma soprattutto oltre 700 dischetti di filtraggio sversati a metà febbraio da una fabbrica nella zona di Paestum che con le correnti sono giunti fino alla costa maremmana. Infatti da un impianto di depurazione, sottoposto poi a sequestro dalla Capitaneria di Porto di Salerno, sono fuoriusciti i dischetti di plastica poi trovati su gran parte delle coste tirreniche, in particolare sui litorali calabresi, campani, laziali e toscani. «Con la pulizia della loro spiaggia, i ragazzi della squadra agonistica del Cnva hanno dimostrato di essere non solo dei campioncini, ma anche dei grandi amanti della natura – ha dichiarato Eleonora de Sabata, responsabile del progetto europeo CleanSea Life - oggi (ieri Ndr) i piccoli velisti hanno fatto una promessa importante al mare: di rispettarlo, evitando di gettare alcunché in acqua; di proteggerlo, raccogliendo ogni volta un rifiuto; e di averne cura, impegnandosi a usare meno plastica usa & getta, a riciclare meglio e di più. Piccoli gesti che, se adottati da tutti, farebbero davvero la differenza. Ora spetta al Cnva, che ha aderito al progetto europeo CleanSea Life, coltivare il loro entusiasmo e contagiare anche tutti i diportisti e i soci del Circolo». «E’ stato per noi un onore assecondare questa richiesta nata dai ragazzi della nostra squadra agonistica – ha affermato Maurizio Belloni, vice presidente del Circolo Nautico e della Vela Argentario – ci siamo impegnati in prima persona a ripulire la spiaggia della nostra scuola vela che aprirà i battenti nel mese di giugno. Rimuovere così tanti rifiuti, così come i dischetti e perfino un gommone arenatosi nell’inverno con i tubolari pieni di sabbia, è stata un’impresa ardua ma grazie alla collaborazione di tutti abbiamo portato a casa un bellissimo risultati. Un mare pulito, libero dai rifiuti è il sogno di tutti gli amanti del mare che invece soffre per l’abbondanza di plastica. Ci impegneremo come circolo a rendere questa iniziativa un appuntamento fisso di inizio e fine stagione sportiva».

Potrebbe interessarti