Rifiuti, cassonetti ad accesso controllato Sono previsti tre step di attivazione, le "6card" sono in arrivo per posta a tutti i cittadini

San Giovanni Valdarno

Il comune di San Giovanni e Sei Toscana insieme per una differenziata di qualità attraverso una riorganizzazione del sistema di raccolta in tre step. "L'obiettivo spiega il sindaco di San Giovanni Valentina Vadi è quello di aumentare la percentuale di raccolta differenziata, assicurando così una migliore gestione dei rifiuti finalizzata al recupero dei materia diffondendo sempre più, una coscienza e una consapevolezza ecologica nella cittadinanza". In questi ultimi mesi del 2020 saranno tre le operazioni che saranno poste in essere: sarà estesa la raccolta con contenitori ad accesso controllato nei quartieri Oltrarno e Ponte alle Forche Porcellino senza prevedere la calotta nel cassonetto dell'indifferenziato; saranno sostituite le calotte nei cassonetti dell'indifferenziato ad accesso controllato già presenti nel territorio comunale; si procederà, infine, alla sostituzione dei cassonetti Easy con cassonetti nuovi ad accesso controllato. "Abbiamo deciso di sostituire la calotta nel cassonetto dell'indifferenziato perché dai controlli effettuati prosegue il sindaco Vadi abbiamo compreso che spesso i cittadini tendono a riversare in altri cassonetti il materiale indifferenziato perché la calotta non consente lo smaltimento di grandi quantità di rifiuti. Dal prossimo anno, quando sarà completata l'operazione di omogenea distribuzione dei cassonetti ad accesso controllato in tutto il territorio comunale, sarà potenziata l'isola ecologica che consentirà di individuare forme di premio per i cittadini che differenzieranno i loro rifiuti in questo luogo. Contemporaneamente, saranno allestite, entro la fine del 2021, le foto trappole che permetteranno di individuare e sanzionare quanti abbandonano i rifiuti. Dopo la fine del 2020, termina la prima cittadina, sarà effettuata anche la chiusura dei cassonetti ad accesso controllato per cui i cittadini potranno smaltire i rifiuti soltanto attraverso l'utilizzo della Sei Card solo nella batteria di cassonetti a loro assegnata". Sarà anche messa in campo un'azione di natura educativa con i bambini delle scuole oltre agli incontri informativi e formativi con i cittadini e la consegna di materiale cartaceo, sarà strutturata una collaborazione con il Progetto dei Cittadini attivi Angeli del Bello di San Giovanni Valdarno, che coadiuveranno nella realizzazione di questo progetto. "Il nuovo modello di raccolta, sperimentato con successo in molte altre realtà del territorio servito da Sei Toscana com- menta il presidente di Sei Toscana Leonardo Masi coniugherà libertà negli orari e nelle frequenze di conferimento da parte dei cittadini con significativi miglioramenti delle percentuali di differenziata per raggiungere l'obiettivo di salvaguardare il decoro del territorio e dell'ambiente." Tutti i nuovi cassonetti per la città di San Giovanni saranno dotati di sistemi informatizzati che consentiranno di associare ogni conferimento alla singola utenza tramite la 6Card, la eco-tessera in distribuzione in questi giorni per posta a casa di tutta la cittadinanza coinvolta nella riorganizzazione. In arrivo nei prossimi giorni anche la guida alla raccolta e tutte le istruzioni sull'utilizzo della 6card e le indicazioni per la partecipazione agli incontri pubblici, in programma fra la metà di settembre e la fine di ottobre. Tutta una serie di iniziative per gestire al meglio la raccolta dei rifiuti e per tutelare maggiormente l'ambiente.

Potrebbe interessarti