Centro di raccolta di Terrarossa, ok al progetto esecutivo

Monte Argentario

Il Comune di Monte Argentario ha approvato il progetto esecutivo per la realizzazione del nuovo centro di raccolta che avrà sede a Terrarossa. Il progetto è stato redatto da Sei Toscana. L'opera avrà un costo di circa 234mila euro finanziato con il contributo di circa 116mila che Ato Toscana sud ha trasferito alla società Sei Toscana, in virtù della convenzione in consiglio comunale nel 2015. La somma di 117mila euro sarà anticipata invece da Sei Toscana. Si tratterà di un'isola ecologica anche se tecnicamente si tratta di un centro di stoccaggio e smistamento dei rifiuti. A realizzare l'opera sarà Sei Toscana. La zona che è stata individuata per la realizzazione del centro di raccolta è quella di Terrarossa, vicina all'attuale depuratore. Ancora incerti i tempi di inizio lavori anche se, dal Comune di Monte Argentario fanno sapere potrebbe essere conclusa entro i due anni. L'opera è attesa da anni. Una volta che sarà realizzata quella che si trova a Porto Santo Stefano sarà chiusa. Con l'isola ecologica, i cittadini che dovranno conferire materiale ingombrante potranno farlo, portandolo direttamente all'isola ecologica. Una struttura che dovrebbe aiutare a combattere l'abbandono incontrastato dei rifiuti fuori dai cassonetti o in discariche abusive. Spesso infatti, passeggiando o percorrendo strade panoramiche e di pregio del Promontorio, capita di imbattersi in elettrodomestici abbandonati, materassi e ogni altro genere di rifiuto.Anche se ancora i dettagli non sono stati stabiliti, chi conferirà i rifiuti ingombranti all'isola ecologica dovrebbe avere degli sgravi nella bolletta dei rifiuti. L'isola ecologica di Terrarossa, posta al confine fra i due Comuni di Monte Argentario e Orbetello, almeno nel momento iniziale, servirà solo il Comune argentarino. Non è escluso, però, che in futuro il Comune lagunare stipuli una convenzione per permettere agli orbetellani di portare i loro rifiuti nell'isola ecologica. Orbetello ha intenzione di realizzare la sua nella frazione delle Topaie non lontano da Albinia, in una zona artigianale che però non è proprio vicinissima a Orbetello come lo sarebbe quella di Terrarossa.

Potrebbe interessarti